Buongiorno!

Molte persone vivono di luce riflessa… sto parlando di luce del vecchio tubo catodico! Conosci qualcuno che dipende dalla televisione e dai personaggi,  “modelli di perfezione”, creati per fare audience?  Costoro, come sai, ritengono spesso di essere persone con poca sostanza e invece credono che i personaggi dello spettacolo siano miti da emulare.

Troppo spesso siamo convinti che il nostro valore sia determinato dalla nostra immagine, dalla nostra auto, dal conto in banca, dalle persone che frequentiamo, da cosa dicano gli altri di noi, da dove andiamo in vacanza….
Prova a pensare invece: “Il mio valore equivale a ciò che sono internamente”.

Come risuona in te?

Usa come metro per il tuo valore personale la profondità dell’impegno che metti in ciò che fai nella tua giornata; l’umiltà, la sincerità, la  creatività.
Qual è la tua naturale predisposizione verso gli altri? Che intensità poni nel fare le cose quotidiane? Quanta passione, quanto entusiasmo?

Per sentire fiducia in te, devi pensare che tu sei il migliore amico di te stesso e iniziare a mantenere gli impegni che determini di seguire, per il tuo benessere psico-fisico.

Decidi ciò che vuoi per te, con quali tempi, stabilisci ciò che vuoi comunicare alle persone intorno a te; osserva ciò che dici per sostenere altre persone e se lo fai per averne un ritorno personale o per il desiderio di dare. Inizia a provare gioia per ogni cosa che fai.

E, come dicevamo qualche tempo fa, qualcuno ci disse “ama il prossimo tuo come te stesso”. Ma se non inizi dall’amare te, come puoi capire l’amore?

Alessandra Vicario per Yes Coaching

due righe per “Crescita personale e Coaching

4 Response Comments

  • Roberta  9 novembre 2010 at 14:28

    Ciao Alessandra, non avevo mai riflettuto fino in fondo sul significato di “Ama il tuo prossimo come te stesso”. Per anni l’ho concepito (forse perché così mi è stato trasmesso) come “Metti da parte te stesso e gli altri al primo posto” (davvero difficile da attuare, senza considerare i sensi di colpa che ne derivano). Il tuo “Buongiorno” di oggi e anche l’articolo “Ama il prossimo tuo… ma tu ti ami?” hanno aperto la mia mente, e più precisamente il mio emisfero destro:-), e in un attimo la mia giornata si è trasformata e ho iniziato a guardare me … e il mio “prossimo” da un’altra prospettiva.
    Grazie. Un abbraccio.
    Roberta.

  • admin  9 novembre 2010 at 16:48

    Ciao Roberta, è un piacere vedere che ogni tanto sbirci in Yes Coaching!
    Ricambio di cuore l’abbraccio!
    Alessandra

  • Roberta  10 novembre 2010 at 19:48

    Non manco mai agli appuntamenti dei giorni pari. E poi, un pò per volta, sto “recuperando gli arretrati”

    Ciao. Roberta.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com